Please select a template.

Invest in Your Health

“PRIMI TRENTA GIORNI DI MALATTIA ED EVENTUALI CONSEGUENZE ECONOMICHE DI LUNGO PERIODO INVALIDITÀ PERMANENTE E CASO DI MORTE IN CONSEGUENZA DI INFORTUNIO INVALIDITÀ PERMANENTE DA MALATTIA”

IN FAVORE DEI MEDICI

“DI ASSISTENZA PRIMARIA E DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE E DEI MEDICI DI EMERGENZA SANITARIA TERRITORIALE”

Discover the Benefits of Choosing Our Health Insurance Services Today Request Quote
No alt text Who We Are

Your Health and Wellness, Our Priority

Regular exercise can help maintain a healthy weight, reduce the risk of chronic diseases, improve mood, and increase energy levels. Eating a balanced diet that includes a variety of fruits, vegetables.

No alt text No alt text
No alt text
No alt text
No alt text Our Team Member

Our Specialist

No alt text
Senior Advisor

Amelia Clover

No alt text
Health Coach

Steve Rhodes

No alt text
Underwriter

Grace Elizabeth

No alt text
Claims Adjuster

Michael James

01

Wellness Program

Our Wellness Program offers comprehensive wellness assessments and screenings to help patients identify areas of improvement,

Wellness Program

Read More
02

Specialty Care

Our Specialty Care program provides access to top medical specialists and centers, ensuring that patients receive the highest quality,

Specialty Care

Read More
03

Digital Health

Our Digital Health program provides convenient and secure virtual visits, allowing patients to receive care from the comfort of their,

Digital Health

Read More
04

Cost Containment

Our Cost Containment program provides transparent pricing and cost estimates, helping patients make informed healthcare decisions,

Cost Containment

Read More
No alt text
No alt text
No alt text
No alt text Insurance Benefits

Health Care Security Through Insurance

Health insurance policies can vary in their coverage options and costs, but they generally help individuals and families pay for medical expenses.

Life Protection
69 %
Customer Service
84 %
POLIZZA 30 GIORNI MEDICI

Primi 30 giorni di malattia
n° 2106.30.300061

POLIZZA 30 GIORNI MEDICI

Primi 30 giorni di malattia
n° 2106.30.300061

GUARDA IL VIDEO
PER SAPERNE DI PIU'

No alt text
No alt text
Hai qualche domanda?
DOMANDE

FAQ

Qui troverai le risposte alle principali domande per ulteriori informazioni puoi contattarci al numero verde 800 688 317

COSA ASSICURA LA POLIZZA?

COSA ASSICURA LA POLIZZA “PRIMI TRENTA GIORNI DI MALATTIA ED EVENTUALI CONSEGUENZE ECONOMICHE DI LUNGO PERIODO INVALIDITA’ PERMANENTE E CASO MORTE IN CONSEGUENZA DI INFORTUNIO INVALIDITA’ PERMANENTE DA MALATTIA”?

Sono le coperture per morte, invalidità permanente da infortunio e invalidità permanente da malattia

La copertura è differente a seconda che io sia medico di assistenza primaria o medico di continuità assistenziale o di emergenza sanitaria territoriale. Se sono un medico di assistenza primaria sono assicurato per malattia e/o per malattia in gravidanza e/o per infortunio professionale o extraprofessionale. Se sono un medico di continuità assistenziale o di emergenza sanitaria territoriale sono assicurato per malattia e/o per malattia in gravidanza e/o per infortunio extraprofessionale compreso il rischio “in itinere”. Sono coperto (valido per tutte le categorie) anche in caso di ricovero in Istituto di cura per malattia e/o infortunio del/la figlio/a minore

Devo utilizzare il modulo di apertura disponibile su questo sito (scaricabile nella sezione POLIZZA VALIDA DAL 01.02.2020), compilando il modulo in tutte le sue parti e allegando la certificazione medica richiesta

Se sono un medico di assistenza primaria e a causa di malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio mi trovo nell’impossibilità di prestare la mia opera, ho comunicato tale impossibilità alla ASL di competenza e ho provveduto a farmi sostituire da un altro medico, posso chiedere il rimborso della spesa sostenuta. Che cosa devo comunicare e che documenti devo inviare? Devo scaricare e compilare dal sito www.polizza30giornimedici.it l’apposito modulo di apertura per comunicare l’inizio della malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio, che comporti l’impossibilità di prestare la mia opera e la sostituzione con altro medico. Devo inoltre inviare i seguenti documenti: • certificato medico con diagnosi e prognosi di malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio. In caso di grave traumatismo, certificato – corredato di referto radiologico – rilasciato da Istituto di Cura (pronto soccorso, ecc.) o dal medico che ha prestato il primo soccorso con diagnosi e prognosi e che attesti l’avvenuta immobilizzazione Mentre a chiusura del sinistro dovrò inoltre inviare: • certificato medico – con diagnosi e prognosi – o dichiarazione di ricovero in Istituto di Cura con date di ingresso e di dimissione (con diritto da parte della Società di richiesta della copia completa della cartella clinica); • dichiarazione rilasciata dalla A.S.L., al termine della malattia o passati i primi trenta giorni dall’inizio della stessa, che attesti il periodo dell’avvenuta sostituzione per malattia con altro/i sanitario/i; • certificazione medica e dichiarazione rilasciata dalla A.S.L., che attesti l’avvenuta sostituzione per un periodo continuativo di almeno 30 giorni, in caso di assenza per grave traumatismo; • fotocopia, con diritto della Società di richiesta di esibizione degli originali, delle distinte dei pagamenti effettuati dalla A.S.L. all’Assicurato nei tre mesi antecedenti la malattia; • copia della fattura, o ricevuta fiscalmente valida o qualsiasi altro documento fiscalmente valido atto a dimostrare l’avvenuto pagamento della prestazione e rilasciata dal medico sostituto, quietanzata per avvenuto pagamento, che riporti la descrizione del servizio reso (sostituzione) e del periodo durante il quale il servizio stesso è stato effettuato; • certificato di avvenuta guarigione con relativa data di ripresa lavoro o di continuazione oltre il trentesimo giorno; • autocertificazione attestante che svolga/non svolga altri incarichi in convenzione (art. 17 comma 4 A.C.N.), con diritto da parte della Società di richiesta di certificazione rilasciata dalla A.S.L. • Codice IBAN • In caso di ricovero di un figlio/a minore di 18 anni dichiarazione di ricovero e/o lettera di dimissioni in Istituto di Cura nelle quali siano indicate le date di ingresso e di dimissione (con diritto da parte della Società di richiesta della copia completa della cartella clinica entro e non oltre due anni dalla liquidazione del sinistro). A chi devo inviare il modulo di denuncia sinistro e la documentazione? Posso inviare il modulo e la documentazione relativa scegliendo una sola delle seguenti modalità: • tramite pec: 30ggmalattia.cattolica@legalmail.it oppure 30gginfortuni.cattolica@legalmail.it • o tramite fax: 06/92912306 • o tramite posta raccomandata: Società Cattolica di Assicurazioni Soc.Coop. Agenzia Roma Grandi Rischi P.zza Sallustio, n 9 – 00187 ROMA

Se sono un medico di continuità assistenziale o di emergenza territoriale e per malattia e/o per malattia in gravidanza e/o per infortunio extraprofessionale compreso il rischio “in itinere”, mi trovo nell’impossibilità di prestare la mia opera di servizio di Continuità Assistenziale o di Emergenza Sanitaria e l’ho comunicato alla competente A.S.L., posso chiedere un indennizzo pari alle competenze spettanti, ma non percepite, nei limiti delle prestazioni di cui all’art. 2 di polizza. Che cosa devo comunicare e che documenti devo inviare? Devo scaricare e compilare dal sito www.polizza30giornimedici.it l’apposito modulo di apertura per comunicare alla Società Cattolica Assicurazioni l’inizio della malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio extraprofessionale, compreso il rischio in itinere, che comporti l’impossibilità di prestare la mia opera. In caso di grave traumatismo, devo inviare certificato – corredato di referto radiologico – rilasciato da Istituto di Cura (pronto soccorso, ecc.) o dal medico che ha prestato il primo soccorso con diagnosi e prognosi e che attesti l’avvenuta immobilizzazione. Devo inoltre inviare i seguenti documenti: • un certificato medico con diagnosi e prognosi di malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio extraprofessionale compreso il il rischio “in itinere”. • lettera di conferimento dell’incarico in corso da parte dell’A.S.L., con il numero di ore conferito, • turni assegnati relativi al periodo in cui si verifica l’assenza (copia del calendario dei turni); • certificato medico – con diagnosi e prognosi – o dichiarazione di ricovero/day surgery in Istituto di cura con date di ingresso e di dimissione (con diritto da parte della Società di richiesta della copia completa della cartella clinica) • dichiarazione rilasciata dalla A.S.L. al termine dell’assenza o passati i primi 30 giorni che attesti: • il periodo di assenza per malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio extraprofessionale • le ore assegnate e non effettuate nel periodo di assenza; • l’assegnazione dei turni a altro/i sanitario/i con l’indicazione del/i nominativo/i; • in caso di plus orario il dettaglio delle voci dei compensi sulle quali è stato effettivamente versato il contributo assicurativo dello 0,72% dovuto (con diritto da parte della Società di richiesta di copia dell’accordo aziendale); • fotocopia, con diritto della Società di richiesta di esibizione degli originali, delle distinte dei pagamenti effettuati dalla Regione all’Assicurato nei tre mesi antecedenti la malattia; • certificato di avvenuta guarigione con relativa data di ripresa del lavoro, per assenze inferiori ai 30 giorni, o di continuazione oltre il trentesimo giorno; • autocertificazione attestante che siano trascorsi almeno quindici giorni dalla ripresa dell’attività e che svolga/non svolga altri incarichi in convenzione (art. 17 comma 4 A.C.N.) – con diritto da parte della Società di richiesta di certificazione rilasciata dalla A.S.L.. • Codice IBAN • In caso di ricovero di un figlio/a minore di 18 anni dichiarazione di ricovero e/o lettera di dimissioni in Istituto di Cura nelle quali siano indicate le date di ingresso e di dimissione (con diritto da parte della Società di richiesta della copia completa della cartella clinica entro e non oltre due anni dalla liquidazione del sinistro). A chi devo inviare il modulo di denuncia sinistro e la documentazione? Posso inviare il modulo e la documentazione relativa scegliendo una sola delle seguenti modalità: tramite pec: 30ggmalattia.cattolica@legalmail.it oppure 30gginfortuni.cattolica@legalmail.it oppure tramite fax: 06/92912306 oppure tramite posta raccomandata: Società Cattolica di Assicurazioni Soc.Coop. Agenzia Roma Grandi Rischi P.zza Sallustio, n 9 – 00187 ROMA

Se sono titolare di doppio incarico e richiedo l’apertura di un sinistro su entrambe le posizioni, sul modulo di denuncia devo barrare la casella medico di assistenza primaria e di continuità assistenziale. Come inviare i documenti per la chiusura? Occorre utilizzare due moduli di chiusura ed inviare per ogni numero di sinistro la relativa documentazione (una per l’attività di medico di assistenza primaria e l’altra per l’attività di medico di continuità assistenziale).

Per la copertura 30gg: entro 10 giorni dall’inizio della malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio oppure dalla dimissione dall’istituto di cura oppure quando comunque ne abbia avuto la possibilità (con prova dell’impossibilita’). Per la copertura ipm da infortunio: entro 30 giorni dall’infortunio. Quando l’infortunio abbia cagionato la morte dell’assicurato o quando questa sopravvenga durante il periodo di cura, deve esserne dato immediato avviso alla Societa’. Per la copertura ipm da malattia: entro 30 giorni dalla diagnosi oppure dal momento in cui l’assicurato ne abbia avuta la possibilita’.

Posso contattare il numero verde dedicato: 800.688.317 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 14.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.30 (ESCLUSO FESTIVI E PREFESTIVI)

Il modulo deve essere inviato scegliendo una sola delle seguenti modalità: tramite pec: 30ggmalattia.cattolica@legalmail.it oppure 30gginfortuni.cattolica@legalmail.it oppure tramite fax: 06/92912306 oppure tramite posta raccomandata: Società Cattolica di Assicurazioni Soc.Coop. Agenzia Roma Grandi Rischi P.zza Sallustio, n 9 – 00187 ROMA Il modulo deve essere corredato da tutta la documentazione necessaria. L’informativa privacy deve essere debitamente firmata e inviata contestualmente al modulo di denuncia.

Dopo aver denunciato l’apertura di un sinistro dovrò stampare e compilare il modulo di chiusura, barrare la casellina – chiusura – indicando il numero di sinistro e allegare la documentazione completa. Dovrò, altresì, specificare (barrando la relativa casellina) se contestualmente riporta o meno postumi invalidanti e la dichiarazione di inabilità temporanea ed assoluta per il periodo di assenza per malattia o infortunio. In quest’ultimo caso, per l’eventuale apertura del sinistro IP occorrerà inviare inoltre apposita documentazione medica, dalla quale si evince una presumibile percentuale di invalidità (per malattia deve essere pari o superiore al 25%, per infortunio deve essere superiore al 7%).

Deve contenere indicazione della/e lesione/i da cui deriva il diritto dell’Assicurato all’indennizzo.

IN CASO DI MORTE DA INFORTUNIO, CHE DOCUMENTAZIONE DEVONO ALLEGARE I BENEFICIARI?

Certificato di morte - Verbale autorità se intervenute - Atto notorio o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con indicazione degli eredi legittimi o testamentari e rispettivi documenti di identità e codici fiscali - Qualsiasi altra documentazione richiesta dalla Società

I tempi di liquidazione sono così descritti: Sezione “Primi 30 giorni di malattia”: art. 4 TERMINI PER LA LIQUIDAZIONE RELATIVI A TUTTI I SETTORI - Sezione “Infortuni”: art. 2 VISITA MEDICA E LIQUIDAZIONE DANNI - Sezione “Invalidità permanente da malattia”: art. 6 LIQUIDAZIONE.

Per invalidità permanente da infortunio è prevista una franchigia assoluta del 7%, questo significa che per le per le invalidità permanenti di grado inferiore o pari al 7% della totale non riceverò indennizzo. Per invalidità permanente da malattia è prevista una franchigia assoluta del 24%, questo significa che per le per le invalidità permanenti di grado inferiore o pari al 24% della totale non riceverò indennizzo.

Il rimborso sarà calcolato con decorrenza dal: 1. sesto giorno di sostituzione fino al trentesimo, per ogni evento di malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio che non comporti ricovero in Istituto di Cura; 2. primo giorno di sostituzione fino al trentesimo, in caso di malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio che comporti ricovero in Istituto di Cura, in Day Surgery, in Day Hospital, o comunque per il tempo necessario per le terapie conseguenti a Gravi Mali, anche senza intervento chirurgico; 3. primo giorno di sostituzione fino al trentesimo, in caso di malattia e/o malattia in gravidanza che comporti ricovero in Day Hospital per prestazioni diagnostiche invasive. A titolo esemplificativo ma non esaustivo: amniocentesi, endoscopie con biopsia, biopsie, coronarografie, eliminazione dei calcoli renali attraverso bombardamento/laser; 4. primo giorno di sostituzione fino al trentesimo, in caso di infortunio senza ricovero che abbia per conseguenza un grave traumatismo, con apposita certificazione e dichiarazione rilasciata dalla A.S.L., che attesti l’avvenuta sostituzione per un periodo continuativo di almeno 30 giorni; 5. primo giorno di sostituzione fino al trentesimo in conseguenza di un aborto, spontaneo o terapeutico fino alla concorrenza massima di rimborso di euro 2.000. Per assenze pari o inferiori ai 30 giorni, ai fini del rimborso, eventuali giorni festivi all’inizio e/o al termine del periodo non saranno calcolati ai fini della liquidazione. I giorni festivi ricadenti all’interno del periodo verranno considerati al fine del calcolo della liquidazione.

La Società, al verificarsi di un infortunio extra professionale e/o “in itinere” corrisponde al medico di Continuità Assistenziale e/o di Emergenza Sanitaria un indennizzo pari alle competenze spettanti, ma non percepite, esclusivamente per l’attività di Continuità Assistenziale e/o Emergenza Sanitaria: 1. per i medici in servizio di Continuità Assistenziale dal primo giorno e fino al 30° giorno – fino ad un massimo di 104 ore mensili e di 24 ore settimanali, indipendentemente dai turni di servizio assegnati – per ogni malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio extra-professionale compreso il il rischio “in itinere”; 2. per i medici in servizio di Emergenza Sanitaria dal primo giorno e fino al 30° giorno – fino ad un massimo di 164 ore mensili e di 38 ore settimanali, indipendentemente dai turni di servizio assegnati – per ogni malattia e/o malattia in gravidanza e/o infortunio extra-professionale compreso il il rischio “in itinere”; 3. Con il massimo della media oraria dei turni effettuati nei tre mesi precedenti a quello di accadimento del sinistro, la liquidazione prevede l’applicazione dei seguenti scoperti: • sul 1° sinistro 15% di scoperto; • sul 2° sinistro (entro 365 giorni dal primo) 22,50 % di scoperto; • dal 3° sinistro (entro 365 giorni dal primo) 40% di scoperto. Tuttavia, in caso di richieste di liquidazione per assenza dovuta a: • “Gravi Mali” verrà sempre applicato lo scoperto del 10%; • In caso di ricovero in Istituto di Cura per malattia e/o infortunio di un figlio/a minore di 18 anni verrà applicato sulla liquidazione lo scoperto del 10%; • indipendentemente dal numero dei sinistri denunciati nel corso del periodo di osservazione di 365 giorni dal primo sinistro; • intervento chirurgico con ricovero presso struttura sanitaria e/o day surgery verrà applicato lo scoperto relativo all’eventuale sinistro precedente e non incide sul numero progressivo di sinistri nel periodo di osservazione di 365 giorni dal primo sinistro; 4. Con il massimo della media oraria dei turni effettuati nei tre mesi precedenti a quello di accadimento del sinistro e fino alla concorrenza massima di rimborso di euro 000, per aborto, spontaneo o terapeutico. 5. Nel caso in cui, in presenza di plus orario – articolo 65 comma 2 e comma 4 (per la C.A.) e art. 98 comma 4 (per la E.S.) dell’ACN – fermo restando il monte ore annuale complessivo ed il versamento della quota dello 0,72% (zerosettantaduepercento) di cui alla Premessa di polizza comma 2 – i medici di Continuità Assistenziale e di Emergenza Sanitaria in taluni periodi abbiano incarichi settimanali per un numero di ore eccedente quello previsto in polizza, la Società – previa dichiarazione rilasciata dalla Asl che attesti l’esistenza in vigore del plus orario e l’avvenuto regolare versamento della quota dello 0,72% (zerosettantaduepercento) – s’impegna a pagare il medico secondo le modalità espresse nella presente sezione in polizza, anche se le ore d’incarico superano quelle previste dal presente articolo.

La somma assicurata per invalidità permanente da infortunio è soggetta alle seguenti franchigie assolute: 1. per le invalidità permanenti di grado inferiore o pari al 7% della totale non si fa luogo ad indennizzo; 2. per le invalidità permanenti di grado superiore al 7% della totale ma inferiore al 50%, si liquida l’indennizzo solo per la parte eccedente il 7%; 3. per le invalidità permanenti di grado pari o superiore al 50% della totale la percentuale di indennizzo verrà calcolata come risulta dalla tabella presente nella polizza Tuttavia se la malattia ha per conseguenza una invalidità permanente pari o superiore al 50% dalla quale ne consegua la perdita dei requisiti ad esercitare l’attività di Medico Medicina Generale in convenzione ovvero che comporti la perdita dei requisiti ad esercitare l’attività di Medico Medicina Generale in convenzione ai sensi dell’art. 19 comma 1 lettera f dell’ACN, verrà liquidato un importo pari al 100% della somma assicurata.

Se la malattia ha per conseguenza una invalidità permanente la Società liquida a tale titolo, un indennizzo applicando alla somma assicurata per invalidità permanente totale la percentuale individuata nella tabella presente nella polizza in corrispondenza del grado di invalidità accertata. Tuttavia se la malattia ha per conseguenza una invalidità permanente pari o superiore al 50% dalla quale ne consegua la perdita dei requisiti ad esercitare l’attività di Medico Medicina Generale in convenzione ovvero che comporti la perdita dei requisiti ad esercitare l’attività di Medico Medicina Generale in convenzione ai sensi dell’art. 19 comma 1 lettera f dell’ACN, verrà liquidato un importo pari al 100% della somma assicurata.

Se la malattia o l’infortunio è avvenuto nel periodo dal 01.01.2018 al 31.01.2020 devo far riferimento alla polizza 002106.30.300039 e stampare il relativo modulo (unico modulo). Mentre se la malattia o l’infortunio è avvenuto a partire dal 01.02.2020 la polizza è 002106.30.300061 e dovrò stampare il relativo modulo (in questo caso si dovranno utilizzare due moduli; uno per l’apertura, uno per la chiusura).

In questo caso dovrò presentare oltre ad un modulo di apertura un certificato di ricovero e di dimissione del figlio minore allegando altresì un modulo di autocertificazione dello stato di famiglia che potrò scaricare dal sito web: www.polizza30giornimedici.it

La denuncia di sinistro deve essere presentata alla propria ASL di appartenenza secondo quanto previsto dall’Accordo Collettivo Nazionale.

La polizza è rivolta a: • medici di assistenza primaria • medici di continuità assistenziale • medici di emergenza sanitaria territoriale. Non è rivolta a pediatri né a odontoiatri né a medici non rientranti nelle tre categorie sopra elencate.

No alt text From The Blog

Blog & Articles

Il NUMERO VERDE
800 688 317 è attivo dal  Lunedì al Venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle 17:30 (esclusi festivi e prefestivi)
close-link